Gambero Rosso – Recensione 2017

« […] Il percorso di crescita qualitativa é costante e l’interesse per questi vini, testimoniato anche da importanti premi di riviste enologiche internazionali, avanza di pari passo, con esportatazioni orai consolidate in parecchi Paesi.Il fiore all’occhiello é il Barbaresco Roncaglie, che esce dopo un prolungato affinamento in cantina, ma tutta la gamma é ben curata.

Personalità delicatamente moderna nel Barbaresco 2012, con un filo di rovere a dare complessità a una fase gustativa ben dotata di frutto; bocca possente e ricca , di notevole armonia con finale lunghissimo e molto raffinato.

Spezie in evidenza ma non manca la componente fruttata nel Barbaresco 2013; il palato non é molto voluminoso, ma risulta armonico e di bella avvolgenza.»

 

– Gambero Rosso 2017


Recensiti in questa guida:

  • Roncaglie Barbaresco 2012 – Due (2) bicchieri rossi
  • Barbaresco 2013 – Due (2) bicchieri neri
  • Cisterna d’Asti de Scapin 2013 – Due (2) bicchieri neri
  • Langhe Nebbiolo 2014 – Due (2) bicchieri neri
  • Dolcetto d’Alba 2015 – Un (1) bicchiere nero

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spam * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.